powered by
Benvenuto!   Accedi o registrati
INFORMAZIONI
Il mutuo non vale come titolo esecutivo se difetta l'immediata disponibilità della somma
Correlati
Ricerca
Il mutuo non vale come titolo esecutivo se difetta l'immediata disponibilità della somma
Il mutuo non vale come titolo esecutivo se difetta l'immediata disponibilità della somma
INFORMAZIONI
Il mutuo non vale come titolo esecutivo se difetta l'immediata disponibilità della somma

Al fine di verificare se un contratto di mutuo possa essere utilizzato quale titolo esecutivo, ai sensi dell'art. 474 c.p.c., occorre verificare, attraverso l'interpretazione di esso integrata con quanto previsto nell'atto di erogazione e quietanza o di quietanza a saldo ove esistente, se esso contenga pattuizioni volte a trasmettere con immediatezza la disponibilità giuridica della somma mutuata, e che entrambi gli atti, di mutuo e di erogazione, rispettino i requisiti di forma imposti dalla legge.

Lo ha ribadito il Tribunale di Fermo, con sentenza del 23 ottobre 2019, n. 602.

Nel caso di specie, non è stato creato alcun "autonomo titolo di disponibilità in favore del mutuatario, in guisa tale da determinare l'uscita della somma dal proprio patrimonio e l'acquisizione della medesima al patrimonio di quest'ultimo". E' chiaro, infatti, che il mutuatario, a seguito della stipula del contratto, in virtù delle clausole pattuite, non aveva alcun titolo per pretendere il versamento della somma oggetto del contratto, attese le ampissime facoltà riconosciute all'ente erogatore di recedere dal contratto, di valutare an, tempi e modi dell'erogazione.

Il titolo azionato non è, quindi, idoneo a costituire titolo esecutivo ex art. 474 c.p.c., trattandosi di un mutuo cd. condizionato, ossia di un mutuo in cui la somma non viene posta immediatamente nella disponibilità del mutuatario, ma viene erogata secondo criteri e condizioni individuati dal mutuante.