powered by
Benvenuto!   Accedi o registrati
INFORMAZIONI
Ripetizione dell'indebito: onere della prova e prescrizione
Correlati
Ricerca
Ripetizione dell'indebito: onere della prova e prescrizione
Ripetizione dell'indebito: onere della prova e prescrizione
INFORMAZIONI
Ripetizione dell'indebito: onere della prova e prescrizione

Non grava sulla banca l'onere di allegare e provare la natura solutoria dei versamenti, ma spetta all'attore in ripetizione "dimostrare la natura indebita dei versamenti e, a fronte dell'eccezione di prescrizione dell'azione proposta dalla banca, dimostrare l'esistenza di un contratto di apertura di credito idoneo a qualificare il pagamento come ripristinatorio e a spostare l'inizio del decorso della prescrizione al momento della chiusura del conto".

Proposta l'eccezione di prescrizione, la banca non è onerata di eccepire anche la finalità solutoria dei versamenti; infatti, "l'eccezione di prescrizione è validamente proposta quando la parte ne abbia allegato il fatto costitutivo, e cioè l'inerzia del titolare, e manifestato la volontà di avvalersene", senza che sia necessario "che la banca indichi specificamente le rimesse prescritte [o] il relativo "dies a quo", emergendo la natura ripristinatoria o solutoria dei singoli versamenti dagli estratti-conto, della cui produzione in giudizio è onerato il cliente, sicché la prova degli elementi utili ai fini dell'applicazione della prescrizione è nella disponibilità del giudice che deve decidere la questione".

Questi i chiarimenti della Cassazione civile - Sezione III - Ordinanza del 11 marzo 2020, n. 7013.