powered by
Benvenuto!   Accedi o registrati
INFORMAZIONI
Apertura di credito e recesso ad nutum della Banca
Correlati
Ricerca
Apertura di credito e recesso ad nutum della Banca
Apertura di credito e recesso ad nutum della Banca
INFORMAZIONI
Apertura di credito e recesso ad nutum della Banca

Nel corso dell'esecuzione di un rapporto di apertura di credito bancario a tempo indeterminato, risulta legittimo l'esercizio del diritto di recesso ad nutum dell'istituto di credito purché anticipato dalla comunicazione al cliente di un congruo preavviso, posto che tale facoltà è espressamente prevista dall'art. 1845, terzo comma, cod. civ. e perché tale condotta negoziale della banca non entra neanche in conflitto con il principio generale di buona fede esecutiva di cui all'art. 1375 cod. civ., allorquando si sia in presenza di comportamenti inaffidabili del debitore che, come nel caso di specie, ha ripetutamente ed in modo ingiustificato superato il limite di affidamento concesso dalla banca. Né, in tal caso, la condotta omissiva della banca può essere intesa come autorizzazione ad un innalzamento del limite dell'apertura di credito, dovendo essere invece ricondotta ad un atteggiamento di mera tolleranza, in attesa del corretto adempimento da parte del correntista dell'obbligo di rientrare dall'esposizione debitoria non autorizzata.

Così si è espressa la Cassazione civile, con la recente Ordinanza del 22 dicembre 2020, n. 29317.