powered by
Benvenuto!   Accedi o registrati
INFORMAZIONI
Sulla natura informativa dell'ISC
Correlati
Ricerca
Sulla natura informativa dell'ISC
Sulla natura informativa dell'ISC
INFORMAZIONI
Sulla natura informativa dell'ISC

Secondo il Tribunale di Civitavecchia l'ISC non costituisce un tasso di interesse, un prezzo o una condizione economica direttamente applicabile al contratto ed è previsto ai soli fini di pubblicità e trasparenza, cosicché la sua erronea indicazione non incide sulla validità delle clausole contrattuali ex art. 117 TUB, ma può rilevare eventualmente sotto il profilo della responsabilità della banca e del risarcimento dei danni qualora ne vengano dedotti gli elementi costitutivi.

Questa conclusione si fonda sulla natura esclusivamente informativa dell'ISC, sulla considerazione che l'art. 117 T.U.B. non annovera l'ISC tra gli elementi essenziali del contratto bancario (solo nel credito al consumo si registra la presenza di un'espressa norma che sanziona con rimedi invalidativi l'ipotesi di una difformità fra TAEG effettivo e TAEG contrattuale) e sulla tradizionale distinzione, affermata anche dalla giurisprudenza della Corte di Cassazione a Sezioni Unite (cfr. Cass. civ, Sez. Un. n. 26724 del 2007), fra regole di validità e regole di condotta, laddove solo una violazione delle prime è idonea a determinare l'applicazione di rimedi invalidativi, mentre una violazione delle seconde - in assenza di espressa previsione testuale di una sanzione di invalidità - non può che comportare conseguenze di natura risarcitoria.

Tribunale di Civitavecchia - Sentenza del 21 gennaio 2021, n. 87.